Miniera d’oro

La Miniera d’oro di Sessa, rimasta in funzione dal 1858 fino al 1952, è stata ufficialmente riaperta al pubblico il 1 maggio 2018. 

Ci sono state due importanti fasi di sfruttamento e coltivazione dei minerali:

  • Nell’800, sotto la direzione dell’ingegner Vinasco Baglioni, principalmente con techiche manuali e molto faticose furono scavati i primi cunicoli e fu insediato il primo impianto di lavorazione nella zona di Molinazzo di Monteggio che ancora oggi viene chiamata Fonderia.
  • Nel ‘900, con la società Mines de Costano SA si diede avvio a una lavorazione industriale ampliando i cunicoli esistenti e costruendo gli impianti per il trattamento dei minerali nella località Lolina.

Durante gli ultimi anni di attività (1950/52) si sono estratti fino a 500 kg di oro per un valore di 2 mio di CHF. Tuttavia, nonostante l’elevata concentrazione di oro e d’argento, il costo complessivo per l’estrazione, applicando la tecnica tradizionale di scavo, non offriva sufficienti introiti per garantire una gestione economica ottimale. La miniera fu quindi chiusa alla scadenza dell’autorizzazione cantonale e fino al 2018 è rimasta inaccessibile al pubblico.

Dal momento che si è deciso di intraprendere i lavori di recupero per rendere accessibile al pubblico la Miniera si sono potuti esplorare più di 2000m di gallerie disposte su 4 livelli. La parte della Miniera che, attualmente, interessa il recupero è lunga circa 400m con un cunicolo principale di 375m, dal quale partono altre gallerie secondarie aperte su pozzi e dove si vedono macchinari che servivano all’estrazione del materiale.

Durante la prospezione si è scoperto un nuovo pozzo allagato e, solo nei primi mesi del 2019, grazie a un lavoro tenace e un po’ temerario, si è potuto scoprire un quinto livello molto interessante che si dirama in vari cunicoli con un’orientazione che va da Sud a Nord.

Nel primo anno di apertura la Miniera è stata visitata da circa 5'000 persone dalle provenienze più disparate, ticinesi e gruppi scolastici, turisti d’Oltralpe e della vicina Italia, che hanno apprezzato questa interessante possibilità di vivere l’esperienza di una miniera vera che, nel suo piccolo, contiene tutti gli aspetti legati al mondo dell’estrazione dei metalli.

Tutte le visite sono guidate da persone locali che, volontariamente, dopo la dovuta preparazione, accompagnano i visitatori alla scoperta delle meraviglie del sottosuolo del monte Sceré.

La Miniera d’oro è aperta, su prenotazione, tutto l’anno. Nei mesi di luglio e agosto, vi sono visite guidate nei giorni GIO-VE-SA-DO, alle 9:45, alle 11:00, alle 13:45 e alle 15:00. 

Per ogni informazione, prenotazioni e riservazioni di gruppi potete scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o chiamare il numero +41 79 127 20 80.

Visita il sito www.minieradoro.ch

pdfRegole e prescrizioni Miniera

Galleria immagini